La spina Calcaneare: come si può guarire?

8 Mar 2019 | patologie

Spina Calcaneare

Vi è mai capitato di soffrire di un forte dolore nella zona del retropiede?

 

Con molta probabilità il problema del vostro sintomo è la cosidetta spina calcaneare.

Secondo uno studio condotto da traumatologi di tutto il mondo, una persona su quattro, di entrambi i sessi, può andare in contro a questa patologia.

Ma di cosa si tratta?

Già il nome ‘’spina calcaneare’’ ci permette di capire cosa sia e di che zona del corpo stiamo analizzando.

Si tratta infatti di una protuberanza ossea molto simile ad una spina che compare nel tallone, più specificatamente nella parte inferiore del calcagno. Il calcagno è una delle sette ossa del tarso, che è uno dei tre gruppi ossei che costituiscono lo scheletro del piede.

 

Come mi accorgo di avere la spina calcaneare?

 

Nella maggior parte dei casi, i pazienti indicano un forte dolore al mattino quando ci si sveglia appena si poggia il piede a terra, questo perchè stando inattivo per diverse ore il primo appoggio è più doloroso.

Il dolore può comparire dopo un salto o dopo un gesto atletico o anche semplicemente acquistando un tipo di scarpa non adatta o diversa dal solito.

 

Perchè compare?

 

La causa è per lo più idiopatica, ma ci sono buone probabilità che venga portata dall’età avanzata, o nei giovani, dal trascorrere molto tempo in piedi. In generale, comunque, sono diversi i fattori che alimentano i sintomi della spina, tra cui:

  • Sovrappeso: le persone che soffrono di obesità hanno un rischio più elevato di soffrirne, questo perché il piede è la nostra parte del corpo dove viene scaricato tutto il nostro peso, quindi tutti i tessuti sono ogni giorno sollecitati dalla forza peso.
  • Il piede piatto: la anormale anatomia morfologica dell’arco plantare del piede, soprattutto se siamo di fronte ad un piede piatto, non permette la normale distribuzione del peso sia nella fase di staticismo sia in quella di dinamismo, favorendo così lo schiacciamento dei tessuti sottostanti la spina.
  • Scarpe con tacchi alti o calazature inadatte: soprattutto nelle donne una delel cause principale la troviamo nell’utilizzo delle scarpe con i tacchi, questo perche la forza peso di tutto il corpo non viene distribuita in modo omogeneo su tutta la fascia plantare, ma gran parte viene scaricata nel retropiede dove come abbiamo detto è presente la spina.
  • Infiammazione del tendine d’achille: una causa indiretta della spina calcaneare è dovuta ad un problema legato al tendine d’achille, il nostro corpo nel tentivo di ripararlo trasporta calcio nella zona del retropiede dove si inserisce il tendine, se questo accumulo di calcio è superà la quantità idonea si produce la spina calcaneare.

 

Come si può prevenire la spina calcaneare?

 

Ci sono dei piccoli rimedi per evitare l’insoregere della spina e dei suoi sintomi.

In primis la fa da padrona una visita posturale adeguata eseguita da uno specialista che potrà evitare l’insorgere di problematiche strutturali del piede soprattutto in età giovanile.

Durante la visita il terapista analizzerà la qualità del piede del paziente controllandone un eventuale valgismo o varismo del retropiede e la forma anatomica della fascia plantare,ovvero, piede piatto o piede cavo.

Nel caso in cui il piede abbia bisogno di una correzione, lo specialista può prescrivere al paziente dei plantari su misura che andrebbero a correggere, per un periodo breve-medio, i rapporti anatomici della fascia plantare.

Come si può guarire?

 

Il processo di guarigione dello sperone calcaneare non avviene dall’oggi al domani ma è complesso e lungo.

Esistono tre tipologie di trattamento, quelle non invasive, invasive e chirurgiche.

Quando il problema è poco grave si consigliano tecniche non invasive di riabilitazione fisioterapica:

  • riposo e la sospensione di attività fisiche e sport sono la base del trattamento
  • ghiaccio locale
  • tecarterapia molto utilizzata per sfiammare i tessuti circondati dalla spina
  • ultrasuoni che agiscono a livello antinfiammatorio
  • laser come antinfiammatorio puntiforme
  • terapia manuale nei vari distretti ossei del piede
  • massoterapia sulla fascia plantare

nei casi medio gravi per quanto riguarda le tecniche invasive sono spesso consigliate:

– infiltrazioni: vengono somministrate dall’ortopedico infiltrazioni di cortisone o altri farmaci.

– onde d’urto: forse la miglior terapia tra tutte quelle elencate.

Il 50% dei pazienti manifesta dolore durante questa terapia. Come dice il nome sono delle vere e proprie onde d’urto emanate da un macchinario controllato da un terapista. Posto nella zona del retropiede mira con precisione a rompere seduta dopo seduta la spina calcaneare frammentandola. È molto importante che il terapista che somministra la terapia sia un esperto, in alcuni casi nei pazienti post trattamento è stata riscontrata la frattura del calcagno!

 

Quando le dimensioni dello sperone calcaneare sono troppo grandi o le terapie fisioterapiche e farmacologiche non hanno l’effetto desiderato, si procede asportando chirurgicamente la spina calcaneare, questi casi sono rari ma alcune volte indispensabili.

 

FisiomedFrascati Staff

FisiomedFrascati è costantemente impegnato al fine di accrescere la conoscenza riguardante le terapie strumentali e manuali, le riabilitazioni, le patologie, i macchinari e le innovazioni riguardanti la fisioterapia.

Siamo qui per aiutarti a risolvere i tuoi problemi!

Contattaci o Prenota ora la tua visita!

51 Commenti

  1. Gilberto de Angelis

    Potete fare onde d urto per spina calcare al tallone?

    Rispondi
    • FisiomedFrascati

      non abbiamo le onde d’urto nel nostro studio.

      Rispondi
  2. Elisabetta

    Buongiorno ortopedico mi ha diagnosticato la spina calcaneare mi ha prescritto onde d urto 3 sedute ma dopo 2 mesi dall ultima il piede mi fa ancora molto male, perché? Grazie e cosa devo fare?

    Rispondi
    • FisiomedFrascati

      Salve Elisabetta. Grazie per la sua richiesta.
      Purtroppo non potendo valutare personalmente la storia clinica della sua patologia, visionare i suoi esami e le indicazioni che le sono state date dallo specialista a cui si è rivolta, non possiamo azzardare una diagnosi sul motivo del dolore. Quello che consigliamo, in questi casi, è di rivolgersi nuovamente al medico curante che avendo chiara la sua situazione specifica potrà valutare la problematica e consigliarla al meglio.

      Rispondi
    • Ornella

      Buongiorno mi chiamo Ornella ho 52 anni soffro da 7 anni circa di spina calcarea bilaterale. Ho provato a fare le onde d’urto ma nn sopportavo il dolore era troppo. Ho fatto i laser ad alto voltaico e sono stata bene per un po di tempo. L’intervento il mio ortopedico mi ha sconsigliato di farlo, le calcificazzioni si sarebbero riformare. Ora uso arnica e voltaren ma non risolvo il problema. Possibile che nn esista una soluzione? E un dolore veramente forte. Grazie

      Rispondi
    • Amedeo

      Il fisioterapista mi ha chiesto 400.00 euro per fare un ciclo di n
      6 di onde d’urto è giusto il prezzo? Grazie

      Rispondi
      • FisiomedFrascati

        personalmente non usiamo le onde d’urto ma penso che il costo sia il linea con gli altri centri.

        Rispondi
    • FisiomedFrascati

      salve, speriamo che con il passare del tempo si sia risolto tutto

      Rispondi
  3. Debora Matarazzo

    Buongiorno, da febbraio ho la spina calcaneare. Ho fatto tutti i tipi di terapia:ghiaccio, pomate, riposo,scarpe adatte, plantare, tecar, ionoforesi, tens,massaggi e onde d’urto 7.Faccio un lavoro che mi porta a stare tante ore in piedi. Non vorrei fare le infiltrazioni, ci sono altri rimedi?

    Rispondi
    • FisiomedFrascati

      salve, speriamo che con il passare del tempo si sia risolto tutto

      Rispondi
  4. Tiziana

    Buongiorno anche mia sorella ha lo stesso problema e dopo 4 sedute di onde d’urto ha il dolore fortissimo al punto da non riuscire a camminare nemmeno in caso. Come se non bastassero ha preso una storta con lo stesso piede ed ha peggiorato la situazione.

    Rispondi
    • FisiomedFrascati

      salve, speriamo che con il passare del tempo si sia risolto tutto

      Rispondi
  5. Dellaquila maddalena

    Eseguendo una radiografia del piede dx mi è stato diagnosticato un piccolo entesofita da trazione a livello dell’ inserzione dell’aponeurosi plantare sulla superficie inferiore del calcagno. Desidererei avere indicazioni ed eventuale terapia. Grazie

    Rispondi
  6. Gabika

    Salve. Mi è stata diagnosticata spina calcaneare bilaterale. Ho effettuato tecar 6 sedute e ora sto face do la seconda seduta di onde da urto. A me piede mi fa molto male. Ora mi fa male anche mentre sono seduta o sdraiata. Mi può dare consiglio che fare?

    Rispondi
  7. Eduardo De Martino

    Buina sera
    Ho un forte dolore nella parte posteriore del tallone appunto come se ci fosse una spina è possibile che venga anche dietro al tallone e non solo sotto?

    Rispondi
  8. Carmelo

    Io ho problemi al tallone e mi tira tutt’e due le gambe e anche il sedere mi fa male e la schiena mi fa male tantissimo cosa può essere a tre mesi che soffro ho fatto le punture di penicillina che sono troppo forte mi passa per un giorno non del tutto e dopo ricomincia a farmi di nuovo malissimo mi potrebbe aiutare che sto tanto male ringrazio tanto

    Rispondi
  9. Marisa

    Salve. Mi è stata diagnosticata una esile spina calcaneare. Ho fatto 7 sedute di onde d’urto e poi laser, ultrasuoni, massaggio, applicazione di taping. È da 3 mesi e mezzo che sono in cura. Il dolore è tale e uguale a prima.
    Cosa altro posso fare?

    Rispondi
  10. Veronica

    buonasera improvvisamente dopo una giornata intensa e dopo aver fatto una camminata intensa la sera mentre stavo a letto mi alzo e non riesco ad appoggiare il piede a terra e mi accorgo che nel tallone ho tipo una nocciolina che mi fa male. Ho visto su internet che potrebbe essere una spina calcaneare. Oggi mi fa male solo se la tocco …cosa posso fare per risolvere il problema?

    Rispondi
  11. Maria Rosa

    Salve io ho da 2 mesi un dolore al calcagno x la spina calcanea, ho fatto 5 teca, 10 ultrasuoni e quando poso il tallone è terribile. Mi consiglia le onde d’urto ??? Grazie

    Rispondi
  12. Sauro

    Ciao,premetto che sono in paziente che ha avuto la stessa patologia, 3 seduta sono veramente troppo poche io se ho voluto vedere qualche miglioramento ho dovuto farne 8

    Rispondi
  13. Russo Mario

    Ma la spina calcaneare può guarire anche con la cura farmacologica, e quali farmaci ci sono per risolvere il suddetto problema?

    Rispondi
  14. marco

    buongiorno a me stato disgnosticata questa cosa al tallone ho dolri forti e le liste sono lunghe avendo appuntamento per. onde d’urto ma novembre ora ho dolori anche sulla parte laterale esterna sotto piede…e normale ma si risolvera solo con le onde d’urto

    Rispondi
    • FisiomedFrascati

      salve, speriamo che con il passare del tempo si sia risolto tutto

      Rispondi
  15. Corrado Carbonaro

    Buongiorno, dalle radiografie si evidenzia uma spina calcameare mel tallone sinistro che per il dolore ho dovuto interrompere l’attività sportiva.
    Mi hanno consigliato di fare le o de d’urto.
    Questa terapia elimina la spina oppure mi toglie solo ol dolore, posso amche onviare ima foto
    Grazie

    Rispondi
  16. Assunta

    Buonasera dottore a me e stata diagnosticata la spina calcanerea fatto anche i raggi che ne hanno dato la conferma e ce anche una riduzione delle ossa del piede ma il medico curante mi ha prescritto solo OKY bustine per 15 giorni mattina e sera ma secondo me nn serve attendo una vostra risposta grazie

    Rispondi
    • FisiomedFrascati

      salve, speriamo che con il passare del tempo si sia risolto tutto

      Rispondi
  17. Laura Lipari

    Ho un forte dolore al piede,specie quando cammino ,stamattina mi fa malissimo anche senza aver fatto niente

    Rispondi
    • FisiomedFrascati

      salve, speriamo che con il passare del tempo si sia risolto tutto

      Rispondi
  18. Sandra

    Buongiorno. Mi è stata diagnostico lo sperone calcaneare ad entrambi i piedi. Volevo sapere se potrebbe essere efficiente laser ed ultrasuoni senza fare onde d’urto. La ringrazio anticipatamente

    Rispondi
  19. Vincenzo Di Bartolomeo

    Una sciatalgia, può infiammare anche la spina sotto il piede? Io non posso appoggiare il piede a terra che mi fa male, ma ho anche un forte dolore alla natica, e mi tirano tutti i muscoli della gamba quando mi piego per sedermi. Grazie

    Rispondi
    • FisiomedFrascati

      le consigliamo di effettuare una visita fisioterapica

      Rispondi
  20. Anna

    le onde d urto risolvono la spina calcaneare

    Rispondi
    • FisiomedFrascati

      buongiorno alcuni pazienti hanno trovato beneficio dal trattamento delle onde d’urto, altri no. Dipende da diversi fattori e dall’esperienza del terapista.

      Rispondi
  21. Giuseppe

    Esiste puntura al tallone che crea un cuscinetto interno e quindi non fa più male dopo tre ore o giù di lì?

    Rispondi
    • FisiomedFrascati

      buongiorno il cuscinetto verrà creato automaticamente dal corpo una volta che sarà guarito.

      Rispondi
  22. Giovanna

    Buongiorno
    Soffro un malore della spina calcaniare..lo specialista mista facendo fare gli ultrasuoni..ma il dolo mie aumentato di più.. non capisco.cortesamente mi può spiegare che mi succede grazie

    Rispondi
    • FisiomedFrascati

      buongiorno probabilmente è da modificare l’approccio terapeutico che state utilizzando e soprattutto evitare la maggior parte delle attività di vita quotidiana che aumentano il carico sulla spina.

      Rispondi
  23. Patrizia Izzo

    Soffro da mesi di spina calcaneare. Ho fatto 5 sedute di onde d’urto e mi sembrava di esserne uscita. Ora sono di nuovo zoppicante. Che fare ?

    Rispondi
    • FisiomedFrascati

      buongiorno noi non usiamo questo tipo di trattamento per le spine calcanearee. non saprei cosa consigliarle se non di provare a cambiare approccio terapeutico

      Rispondi
    • FisiomedFrascati

      buongiorno con molta probabilità non era quello l’approccio giusto nel suo caso. provi a cercare nella sua zona uno specialista del piede.

      Rispondi
    • FisiomedFrascati

      salve, speriamo che con il passare del tempo si sia risolto tutto

      Rispondi
  24. Daniela

    Salve buonasera quasi 1 anni fa ho avuto una rottura al calcagno ho fatto visite con il gesso e senza stando 1 mese e mezzo così ovviamente. Tolto il gesso riesco a camminare ora però ora quando sto troppo tempo in piedi arriva il dolore e mi devo sedere oppure sdraiarmi è normale che accuso ancora dolori di questo tipo ? Essendo che non è passato nemmeno 1 anno ?

    Rispondi
    • FisiomedFrascati

      buongiorno le consigliamo di ricontattare lo specialista per una nuova visita.

      Rispondi
  25. Daniela

    Salve buonasera quasi 1 anni fa ho avuto una rottura al calcagno ho fatto visite con il gesso e senza stando 1 mese e mezzo così ovviamente. Tolto il gesso riesco a camminare ora però ora quando sto troppo tempo in piedi arriva il dolore e mi devo sedere oppure sdraiarmi è normale che accuso ancora dolori di questo tipo ? Essendo che non è passato nemmeno 1 anno ? Grazie e buona giornata

    Rispondi
    • FisiomedFrascati

      buongiorno le consigliano di contattare lo specialista che lo sta seguendo e prenotare una nuova visita.

      Rispondi
    • FisiomedFrascati

      le consigliamo di contattare lo specialista che la sta seguendo ed effettuare una visita di controllo

      Rispondi
    • FisiomedFrascati

      ok le posso consigliare di fare una visita fisioterapica e magari trattare la zona e vediamo se riesce a migliorare

      Rispondi
  26. Adele

    È possibile che il fisioterapista sbagli a fare le onda d urto ?

    Rispondi
    • FisiomedFrascati

      salve, ci sono stati pazienti che sono venuti in visita dopo aver fatto delle onde d’urto in altri centri ed hanno riportato delle microfratture al calcagno.

      Rispondi
    • FisiomedFrascati

      buongiorno ci è capitato di visitare pazienti che hanno svolto cicli di onde d’urto in altri centri e hanno riscontrato delle microfratture al calcagno.

      Rispondi
    • FisiomedFrascati

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati: